lunedì 8 gennaio 2018

I miei primi 21

Sottotitolo: su asfalto 

In effetti sono un po' anomalo, in questi tre anni abbondanti di corsa praticata a livello semi-serio, non avevo mai provato a percorrere un mezza maratona in piano.

Di solito appena ho un po' più di un'ora di tempo libero parto per i vari sentieri e salite, mi sembra quasi di perdere tempo a girovagare per strade asfaltate in mezzo al traffico.
L'altro giorno però avevo un paio di ore libere e ancora abbastanza luce ad attendermi, quindi mi sono voluto togliere la soddisfazione di provare una mezza così al volo.

Esticazzi comunque.

Il mio ideale è di portarmi ad un ritmo gara di 4'15"/4'20" al chilometro, quindi sono partito a questi ritmi...

Non è durata, ovviamente.
Complice il percorso non agevole, con sterrato obbligatorio, neve, ghiaccio e macchine, al sopraggiungere dei 10 km ero già piuttosto provato.
Dopo il 13° il ritmo era già sceso oltre i 5'/km, e l'ultimo tratto di ciclabile al buio e completamente innevato e ghiacciato ha reso il procedere un vero calvario. 

Ho chiuso in 1h42'. Bel lontano dall'ora e mezza a cui aspiro, ma almeno ho fatto una prova.

Purtroppo sono seguiti giorni intensi, senza tempo libero per correre e con troppe occasioni per bere e mangiare...

Ora bisogna riprendere, sempre che finisca questo diluvio.

4 commenti:

Francesco ha detto...

1h42' !!!! farei carte false anche solo per impiegarci 10' in più..... non ti lamentare !

Cristina ha detto...

Ma direi complimenti! 1h42’, in gara e con percorso semplice direi che sei tranquillamente sotto l’1h35!

Sara Scavolini ha detto...

1h42' mi è caduta la mandibola! Tanto di cappello! Anche volendo e impiegandoci tutto il tempo di questo mondo, non riesco nemmeno fisicamente ad arrivarci a 21 km! WOW

spiritodeimonti ha detto...

Siete troppo buoni :P

Il problema è comunque il drastico calo di prestazioni nelle lunghe e anche medie distanze :(